Il Camerun è un paese dell’Africa equatoriale in cui è molto alto il numero dei ragazzi che vivono sulla strada: si calcola che siano migliaia i giovani tra i 10 e i 20 anni che emigrano dalle campagne verso la città per sfuggire a situazioni familiari difficili, inseguendo l’illusione di una vita migliore nei centri urbani. In realtà, soprattutto a causa della scarsa istruzione, faticano a inserirsi nel nuovo contesto e nella maggior parte dei casi, si ritrovano senza un riparo sicuro.


Per sostenere l’iniziativa di AVSI “Camerun. Con Mireille vicino ai ragazzi di strada”, ASCLA ha pensato di organizzare un #incontro sulla piattaforma Zoom allo scopo di presentare uno tra i numerosissimi progetti sociali gestiti dall’associazione.

Normalmente lo abbiamo fatto con iniziative in presenza, ma quest’anno siamo costretti ad utilizzare altre forme più adatte al momento particolare.

ASCLA parteciperà donando una quota utile a sovvenzionare un intervento che si focalizzerà sulla formazione e sull’avvio di attività micro-imprenditoriali da realizzare in Camerun a vantaggio di giovani destinatari. Lo scopo è quello di favorire il loro reinserimento familiare, sociale e professionale e contrastare, allo stesso tempo, il fenomeno di emigrazione dalle campagne verso la città per sfuggire a situazioni familiari difficili.
Per maggiori informazioni sul progetto, visitate la pagina apposita sul sito avsi.org.




L’incontro prevede la partecipazione di Mireille Yoga (Educatrice al Centro Sociale Edimar di Yaoundé, Camerun) e l’appuntamento è per MERCOLEDI’ 17 febbraio alle ore 18.00 su Zoom.




Di seguito potrete rivedere la videoconferenza.